Vai al sito Federfarmaroma

Scontrino fiscale parlante: ancora novita' a partire dal 01.01.2010

Da Wiki.

E’ stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 104 del 07.05.2009, una disposizione del Garante per la Protezione dei Dati Personali che impone ai titolari del trattamento (cioè le farmacie), che emettono scontrini fiscali c.d “parlanti” per l'acquisto di farmaci ai fini della detrazione o della deduzione delle spese sanitarie, di adeguarsi non oltre la data del 1° gennaio 2010, alle nuove disposizione in materia di tutela del trattamento dei dati sensibili.

In particolare viene specificato che ai fini della detrazione o della deduzione delle spese sanitarie, lo scontrino fiscale rilasciato per l'acquisto di farmaci dovrà riportare, in sostituzione dell’indicazione in chiaro della denominazione commerciale degli stessi, il numero di AIC, oltre che agli elementi ormai noti quali: il codice fiscale del destinatario, alla natura e la quantità dei medicinali acquistati.


Cosa cambia in pratica per le farmacie.

Dal 1° gennaio 2010, al fine di tutelare la privacy del cittadino, sullo scontrino fiscale c.d. parlante non potrà essere più riportato in chiaro il nome del medicinale; si dovrà infatti obbligatoriamente indicare il numero di AIC dello stesso.

Vai a tutta la sezione completa: TESSERA SANITARIA E DETRAZIONE DEI MEDICINALI