Vai al sito Federfarmaroma

E' stato pubblicato sulla G.U. n. 97 del 28.04.2009 il Decreto Legislativo sui margini, IN VIGORE DAL GIORNO STESSO DELLA PUBBLICAZIONE

Da Wiki.

Conversione in legge con la pubblicazione sulla G.U. n. 147 del 27.06.2009

La Legge di conversione entra in vigore il 28.06.2009.
Relativamente all’art. 13 (quello riguardante le farmacie), l’unica modifica apportata in sede di conversione riguarda una precisazione per quanto concerne la trattenuta dell’1,4 % a carico delle farmacie.


È stato infatti precisato che:

  • la trattenuta è effettuata nell’anno 2009;
  • deve essere disposta con due rate annuali, secondo le modalità stabilite dalle singole Regioni entro il 30 giugno 2009.


Pubblicazione del D.Lvo. sulla G.U. n. 97 del 28.04.2009

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 97 del 28.04.2009 il testo Decreto Legislativo n. 39 relativo agli “Interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici nella regione Abruzzo…” contenete (art. 13) anche le disposizioni riguardanti la revisione delle quote di spettanza per i farmaci generici.

Il Decreto entra in vigore il giorno stesso della sua pubblicazione è cioè il 28 aprile 2009.

Il testo del Decreto prevede:

a) la riduzione del 12% del prezzo al pubblico dei medicinali equivalenti a decorrere dal trentesimo giorno (quindi dal 28 maggio p.v.) dall’entrata in vigore del Decreto e sino al 31.12.2009; la riduzione non si applica ai medicinali originariamente coperti da brevetto (originator). Per fare un esempio pratico: Aulin ® no riduzione prezzo del 12%; Nimesulide generico si riduzione prezzo 12%.

b) La trattenuta per 12 mesi, in due rate annuali, pari all’1,4% della DCR calcolata al lordo delle eventuali quote di compartecipazione e delle trattenute convenzionali. Tale trattenuta non si applica alle farmacie rurali con un fatturato annuo in regime di SSN, al netto dell’IVA, inferiore a 258.228,45 €. Per ottemperare a quest’obbligo le regioni adotteranno, entro il 30 giugno p.v., le necessarie disposizioni.

c) Per le farmacie il margine minimo del 26,70% sui farmaci generici “puri” (i così detti unbranded, ad esempio: Nimesulide generica, Ramipril generico, Simvastatina generica, ecc.), con una maggiorazione fino ad un massimo di 8 punti percentuali aggiuntivi (26,70+8= 34,70% massimo ed insuperabile).

d) Pesanti sanzioni amministrative (da € 500,00 ad € 3.000,00) sino alla chiusura della farmacia per un periodo di minimo 15 gg nel caso di mancato rispetto delle quote di spettanza di cui al punto c), anche mediante cessione di quantitativi gratuiti di farmaci o altre utilità economiche da parte delle aziende alle farmacie.



CONSIDERAZIONI PRATICHE

Si conferma che nulla cambia per le quote di spettanza o percentuali di sconto di acquisto per:

  • tutti i medicinali “originator” (cioè quelli una volta coperti da brevetto), ad esempio: Aulin ®, Enapren ®, Lasix ®, Triatec ®, Sivastin ®, Sinvacor ®, ecc..
  • Tutti medicinali ancora coperti da brevetto, ad esempio: Co-Tareg ®, Crestor ®, Spiriva ®, Tareg ®, Torvast ®, Valpression ®, ecc..
  • Tutti i farmaci di classe C; quindi sia quelli coperti da brevetto (ad es. Yasmin ®, ecc.), che “originator” (ad es. Tavor ®, ecc.) che equivalenti (Lorazepam generico, ecc.).
  • Tutti i farmaci SOP e OTC qualunque essi siano.


Le aziende produttrici ed i fornitori devono da subito attenersi a queste disposizioni.