Vai al sito Federfarmaroma

Divieto di preparazioni magistrali

Da Wiki.

Sulla G.U. n. 1 del 02.01.2017, in vigore dal giorno stesso della pubblicazione, cioè dal 2 gennaio, è stato pubblicato il Decreto del Ministero della Salute del 22.12.2016 recante:

Articolo 1

1. E' fatto divieto ai medici di prescrivere e ai farmacisti di eseguire preparazioni magistrali a scopo dimagrante contenenti i seguenti principi attivi:

  • sertralina;
  • buspirone;
  • acido ursodesossicolico;
  • pancreatina f.u. ix ed.;
  • 5-idrossitriptofano;
  • te' verde e.s. caffeina;
  • citrus aurantium e.s. sinefrina;
  • fucus e.s. iodio totale;
  • tarassaco e.s. inulina;
  • aloe e.s. titolato;
  • boldo e.s. boldina;
  • pilosella e.s. vitex;
  • teobromina;
  • guarana' e.s. caffeina;
  • rabarbaro e.s. reina;
  • finocchio e.s.;
  • cascara e.s. cascarosidi;
  • 1-(beta-idrossipropil) teobromina;
  • acido deidrocolico;
  • bromelina;
  • caffeina;
  • cromo;
  • d-fenilalanina;
  • deanolo-p-acetamido benzoato;
  • fenilefrina;
  • fucus vesciculosus estratto secco;
  • L-(3 acetiltio-2(S)-metil propionil)-L-propil-L-fenilalanina;
  • senna;
  • spironolattone;
  • teobromina;
  • L-tiroxina;
  • triiodotironina;
  • zonisamide;
  • naltrexone;
  • oxedrina;
  • fluvoxamina;
  • idrossizina;
  • inositolo;
  • L-carnosina;
  • slendesta.

2. E' fatto divieto ai medici di prescrivere e ai farmacisti di eseguire preparazioni magistrali contenenti i principi attivi di cui al comma 1 in combinazione associata tra loro.

3. E' fatto, altresi', divieto ai medici di prescrivere e ai farmacisti di allestire per il medesimo paziente due o piu' preparazioni magistrali singole contenenti uno dei principi attivi di cui al comma 1.


Art. 2

1. Fatti salvi i divieti e le limitazioni vigenti alla data di entrata in vigore del presente decreto, a scopo cautelativo e' fatto divieto ai medici di prescrivere e ai farmacisti di eseguire preparazioni magistrali contenenti principi attivi finora noti per essere impiegati nelle preparazioni galeniche a scopo dimagrante, per i quali non esistono studi e lavori apparsi su pubblicazioni scientifiche accreditate in campo internazionale che ne dimostrino la sicurezza in associazione.